Cultura e stile di vita in Piemonte

Informazioni sulla cultura e lo stile di vita del Piemonte

Le imponenti Alpi rappresentano il 41% della regione Piemonte rendendolo un paradiso per escursionisti, appassionati di sport invernali e amanti della natura. Le aree viticole delle colline del Monferrato, delle Langhe e del Roero rappresentano un altro 36% e il restante 27% della regione è pianura. È qui che gli italiani sempre intraprendenti coltivano abbastanza riso da rivendicare il titolo di più grande produttore di riso d’Europa.

Il Piemonte occupa una vasta area che confina con la Francia e la Svizzera ed è l’antico dominio della famiglia reale dei Savoia che governò l’Italia dall’Unità nel 1870 fino all’abdicazione nel 1946. È un luogo memorabile dove ogni paese ha un castello o una torre che testimonia la sua storia e leggende. La selezione naturale dei geni culturali piemontesi ha favorito l’intraprendenza, l’innovazione e una coltivazione rispettosa della terra e della sua gente. Qui in Piemonte, la prosperità economica si gode in equilibrio con un ottimo stile di vita, una combinazione a cui aspirano solo molte altre parti del mondo. Una spiegazione di questo fenomeno è che l’evoluzione del Piemonte ha sostenuto la produzione di ricchezza in gran parte attraverso reti di piccole e medie imprese a conduzione familiare.

I piemontesi lavorano sodo ma si prendono il tempo per godersi le altre cose importanti della vita. La famiglia e gli amici vengono prima di tutto; si prendono cura l’uno dell’altro ma si aspettano poco da chiunque altro. Forse perché la regione è incapsulata dalle magnifiche e imponenti Alpi e dalla Liguria e dal mare, si ottiene un popolo che molto tempo fa ha imparato a fare affidamento sulle proprie piccole comunità per tutto. È un luogo sereno, dove gli anziani delle comunità sono abbastanza rispettati da influenzare ancora gli attaccamenti culturali delle generazioni successive. Qui scoprirai che ci sono ancora cose più importanti del denaro. I nostri visitatori sono invariabilmente toccati dalla gentilezza e dalla cortesia delle persone che incontrano qui.

Il Piemonte è riconosciuto per la sua vinicoltura di classe mondiale e la grande gastronomia. Sta diventando sempre più una mecca per i buongustai esperti di tutto il mondo. Ma queste delizie non sono tutto ciò che offre ai visitatori. Il menu dei viaggiatori comprende anche un’ampia selezione di attività all’aria aperta e un’abbondanza di esperienze artistiche e culturali. Tuttavia, nonostante le sue montagne, laghi e colline irrimediabilmente pittoresche (di cui ce ne sono molte di più per miglio quadrato che in Toscana), i segreti del Piemonte devono ancora essere scoperti dal maggior numero di visitatori che visitano regolarmente altre parti d’Italia. Più della metà del patrimonio storico e artistico mondiale si trova in Italia (fonte: UNESCO) e molti di questi tesori vivono in Piemonte. Ha siti archeologici e monumenti che adornano piccoli paesi e borghi collinari che premiano il viaggiatore con un viaggio senza fine nella cultura e nella bellezza. I turisti che vengono in Piemonte sono accolti calorosamente dalla gente del posto che ancora non capisce bene cosa c’è di così speciale nei loro paesaggi meravigliosi, il cibo e il vino da morire, la cultura e l’arte in ogni angolo e il grande stile di vita che tutti considerano concesso.

Dogane e murene

Cultura del caffè

La “cultura del caffè” è una parte fondamentale della normale vita piemontese e tutto un ordine sociale ruota attorno alla sosta nei bar e nei ristoranti. Anche i villaggi più piccoli avranno almeno un bar che funge anche da caffetteria e luogo di ritrovo generale.

Vale la pena notare che se vuoi fonderti con la gente del posto, non bere mai cappuccino dopo le 10:00. Il cappuccino è considerato una bevanda solo per la colazione, dopodiché la maggior parte degli italiani passa a bere l’espresso

Bere aperitivi è una parte fondamentale della cultura del caffè piemontese. Questa è la meravigliosa tradizione di servire snack con bevande [non caffè]. Quando si ordinano le bevande durante l’aperitivo, si possono gustare snack di accompagnamento che vanno da semplici ciotole di frutta secca, a bocconcini di pizza fresca e deliziose salse salate. Ci sono due periodi di “aperitivo” in un giorno ed è difficile essere precisi sugli orari esatti. Il primo inizia poco prima di pranzo, che in Piemonte significa intorno alle 12:00 e prima delle 13:00. Il secondo avviene in prima serata intorno alle 17:30 fino alle 19:30. Questo è normalmente il periodo più movimentato nei centri storici, quando i piemontesi si abbandonano al loro amore per le passeggiate, per lo shopping e semplicemente per essere visti socializzare con gli amici. I bar competono tra loro per offrire i migliori aperitivi, quindi controlla in giro per trovare il migliore.


Mangiare fuori – Capire il menu

Quando mangi fuori in Piemonte non aspettarti sempre un menu, il cibo del giorno in molti ristoranti sarà influenzato da ciò che è di stagione e da ciò che è stato acquistato fresco quella mattina, normalmente da un mercato locale. In generale, poiché la maggior parte del cibo è preparato fresco, i ristoranti preferiscono avere un preavviso sui numeri degli ospiti, quindi è consigliabile prenotare, inoltre informarli in anticipo se si hanno esigenze dietetiche particolari.

Se ottieni un menu, sarà normalmente diviso in diverse sezioni sotto i titoli: Antipasti; Prima Piatti; Contorni; Secondi Piatti; e Dolci. Tradotto approssimativamente corrisponde ad Antipasto, Primo Piatto, Contorni/Verdure, Secondo Piatto e Dolce. Gli Antipasti sono una specialità piemontese e un pranzo tipico piemontese può comprendere molte portate di Antipasti. Consulta la pagina Cibo sul nostro sito we per trovare esempi di tutti i diversi corsi. Non preoccuparti se il tuo italiano non è perfetto perché la maggior parte dei proprietari sarà orgogliosa di scegliere qualcosa da farti mangiare e sorprenderti con una lunga sequenza di piatti diversi. Non è raro che ti venga offerto un menu degustazione di piatti preselezionati da provare. La sera è perfettamente accettabile selezionare le voci da una sola sezione del menu, ad esempio ordinare solo un primo piatto o ordinare più portate di soli antipasti. Se riesci a mantenere il ritmo, i dessert possono essere meravigliosi e ci sono vari meravigliosi formaggi locali. Grissini [grissini sottili] e/o panini sono normalmente serviti all’inizio del pasto e spesso forniti senza costi aggiuntivi. Alcuni ristoranti [in particolare nelle città più frequentate dai turisti] aggiungeranno un coperto standard per il servizio, ma non è una pratica diffusa. La mancia non è necessaria o prevista e anzi può essere offensiva in alcune circostanze. Consulta il nostro traduttore di menu.

In Piemonte esiste un numero eccezionalmente elevato di ristoranti, tutti ispirati a una cucina territoriale più o meno tradizionale. Molti sono famosi a livello internazionale; altri esprimono la loro creatività come semplici trattorie. Si stanno diffondendo sempre di più le enoteche o le moderne osterie, che puntano sul servizio dei vini accompagnati da buoni piatti tipici. Consulta i nostri collegamenti ai ristoranti consigliati per consigli specifici.

Pranzo

Qualunque cosa tu decida di fare in Piemonte è importante capire che tutto si ferma a pranzo! Per almeno due ore ogni giorno tutto si ferma per il cibo. La maggior parte delle persone torna a casa perché la norma è lavorare a pochi chilometri da dove vivi. Anche a Torino [il capoluogo piemontese] la maggior parte dei negozi chiude intorno alle 12.30 e non riapre prima delle tre. I piemontesi amano mangiare bene e prendono molto sul serio il cibo e il vino, il pranzo è il pasto principale della giornata e il pranzo della domenica con tutta la famiglia è spesso di nuovo più grande.